giovedì 8 gennaio 2015

La mia risposta "immaginata" alla strage CharlieHebdo


6 commenti:

  1. Una risposta da tre punti esclamativi!!!
    Ciao.
    aldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grazzzie con tre zeta!
      Ciao carissimo Aldo. robi

      Elimina
  2. Inferno è fame mai soddisfatta di fame e parole.
    Inferno è la fredda consapevolezza della disperazione altrui.
    Inferno è farla pagare ad altri perché sentano il sapore amaro che mastichiamo.
    Inferno è ogni bellezza volontariamente interrotta.
    Inferno è odiare la Verità, perché amarla ti costerebbe la vita.
    Inferno è non vedere più l'inferno… nelle strade feroci in cui i lupi fanno la tana… e gli agnelli insanguinati tacciono perché hanno più cara la vita di ogni altra cosa… e il sangue è il marchio della vita, perché se la parola non salva lo dovrà fare il sangue.
    (Ciò che inferno non è – Mondadori 2014)

    Chapeau, Robi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Letta, riletta e da rileggere sempre questa tua significativa citazione.

      Grazie Calo!

      Elimina
    2. Chapeau a Calo per la citazione e a Robi per la vignetta.

      Grazie ad entrambi!!

      Elimina
    3. Mal che vada apriamo una fabbrica di chapeau...!
      Ciao marissima, notte buona a tutti. robi

      Elimina