venerdì 12 luglio 2013

Scommettiamo che

il processo Mediaset si concluderà con "l'annullamento con rinvio" della sentenza di condanna inflitta a Silvio Berlusconi?


satira,opinioni,attualità,berlusconi,processo mediaset,sentenza cassazione,

13 commenti:

  1. Io non scommetto mai sopra niente poichè sono un perdente nato, ma non la vedo molto bene la questione anche perché, a quanto sembra, tre o quattro membri di quella istituzione sono di parte berlufolliana.
    Un caro saluto,
    aldo.

    RispondiElimina
  2. caro Aldo,

    se perdo la scommessa, finalmente vince l'Italia, ma sono quasi rassegnato a vincerla!

    Ti auguro la buonanotte. robi

    RispondiElimina
  3. Sono livida dal nervoso,fermare il parlamento per un pezzo di merda,ma il pd boccalone cosa fa,l'accontenta.E' tutto previsto tutto chiaro,checchè ne dicano è una mossa già anticipata perchè i giudici sono degli amichetti,forse pagati sottobanco.Mio caro amico non ce lo toglieremo mai di torno,grazie anche anche al grullo che sa parlare solo sbavando.Quanto mi piacerebbe perdere la scommessa,ma purtroppo la vincerò,perchè è un film già visto.
    Ciao Roby un abbraccio da una i.......a

    RispondiElimina
  4. Ah scusa ho dimenticato la posta in gioco,se perdo non mangio pesce per un mese,per me sarebbe una tortura.
    Ciao Ciao.

    RispondiElimina
  5. No. No. No.

    Lo condannano definitivamente.
    Poi non so' prevedere lo scenario che si succedera', ci sto ancora ragionando.

    Ma la certezza della condanna e' cristallina.

    Da navigato scommettitore, coadiuvato anche da quel marpione di David, che in fatto di bookmakers mi straccia, direi che si possono accettare scommesse 1 a 25.

    Nel senso che se viene condannato si vince una bottiglia, vicevers se ne perdono 25.

    In Inghilterra una quota cosi' viene giudicata "ingiocabile".

    Hasta
    Zac

    RispondiElimina
  6. cara Gibran
    credo di aver capito... che, come me, non sei tanto ottimista sulla sentenza che dovrebbe permettere all'Italia di ricominciare ad essere una Nazione normale.
    Forse nel Pd, con l'ultima merdata che hanno fatto, stoppando il parlamento, si sono accorti di aver toccato il fondo e stanno correndo ai ripari.
    Ho già sentito di pesci che sono stati avvertiti della tua scommessa e stanno fuggendo da tutti i mari italiani......

    Un grande abbraccio a dita incrociate. Ciao. robi

    RispondiElimina
  7. caro Zac,
    la mia sensazione pessimistica è "tanta e tale" che i tuoi tre no mi hanno fatto bene solo per qualche attimo, poi è prevalso lo scoraggiamento a cui siamo già stati abituati in altre occasioni che dovevano segnare la fine di questa schifosa anomalia che ci perseguita da vent'anni.

    Come ti avevo già scritto, ho quasi smesso di frequentare gli ippodromi di Torino (Vinovo) quando la Juventus F.C. ha fatto smantellare quello del galoppo per fare una delle sue sedi di incontri e allenamenti. Il distacco totale è poi avvenuto con l'abbandono graduale dei picchetti dei bookmaker che per me rappresentavano il senso dell'ambiente ippico.

    Mi risulta (da Internet) che in Inghilterra l'assoluzione è pagata quasi "un cazzo" mentre per la condanna sono previste quote incoraggianti.
    Sapendo che vivono sulle scommesse, mi hanno abbattuto l'ultima cellula di speranza!

    Se in caso di condanna, succederanno cose dannose all'Italia, sarà la conferma di quanto male può continuare a fare questo devastatore della Nazione.

    Mi autoscommetto che se viene condannato berrò per un mese un Prosecco più scadente...

    Hasta
    robi

    RispondiElimina
  8. Cavaliere ineleggibile? No, incompatibile
    Il Pd regala un anno da senatore a B.

    Ddl presentato da Mucchetti e Zanda entrambi PD.

    Chiaro cosa intendo quando affermo che il Parlamento si può definire "Papier a cul"?

    Se lo condannano ha un anno per stabilire cosa vuole fare ma lo stabilisce da senatore in carica, se lo assolvono scoppieranno fuochi di artificio a suo favore, insomma, che lo assolvano o lo condannino, per lui non cambia niente, per noi è la presa d'atto che la sinistra è morta nel congresso della Bolognina.

    Hasta Robi, prova a immaginare il mio stato umorale.
    Tina

    RispondiElimina
  9. Scommetto che Berlusconi verrà condannato! Cosa vinco?

    RispondiElimina
  10. ciao Tina,
    avevo appena annotato i nomi dei due salvaculo che hai citato.
    Più leggo sulla sentenza e più mi convinco che la mia interpretazione non è solo fantasia in quanto stanno facendo di tutto perchè tutto resti come prima, indipendentemente dall'esito della Cassazione.
    Dire che la sinistra fa pena è un complimento! Penso che i fuochi artificiali per la festa dell'ennesima sconfitta della giustizia siano già stati acquistati dal Pd per farne dono ai suoi alleati delle viscide intese.

    Non mi è difficile pensare al tuo stato umorale in quanto è speculare al mio.

    Hasta Tina
    robi

    RispondiElimina
  11. il trofeo dell'ottimismo!
    Ciao. robi

    RispondiElimina
  12. E' un supponente e sborone di prima categoria!! Quando ieri sera ho sentito uno stralcio dell'intervista di Agorà..."Se in Cassazione la dovessero condannare cosa succede? «Non sono solito esercitare la mia mente su fatti che ritengo non probabili»"... ho avuto un fremito di indignazione... ma si crede davvero onnipotente e onnipossente?
    ...
    Quanto a giorno 30... vorrei che, una volta tanto, sogno e realtà coincidessero... So bene che è improbabile...ma dopo i segnali lanciati da Papa Francesco e i suoi "fatti" controcorrente ... una sentenza di condanna adesso sarebbe un boomerang ma anche una botta di speranza...perchè cambiare si deve e si può fare.

    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  13. cara Verd'anima,
    penso che per la condanna inflitta e confermata in questo processo ci sia una documentazione lunghissima di prove contro di lui e la parte che sta recitando adesso di fiducia nella Cassazione è pari alla recita buonista di bravo alleato al Governo Letta nel tentativo di far capire ai magistrati che non hanno altra scelta oltre all'annullamento della sentenza.
    Se per una volta la giustizia nei suoi confronti non facesse sconti, l'occasione per esprimere il "bene che vuole all'Italia" sarebbe quella di farsi da parte definitivamente senza le dannose ritorsioni politiche dei suoi leccaculo. Ma purtroppo non succederà ed allora il nostro Paese, devastato da questo ventennio anomalo, dovrà attendere altre condanne in altri processi (tutti inventati per antipatia del soggetto...) che si concluderanno con nuove trionfanti prescrizioni o vergognosi annullamenti.
    Dopo il 30 capiremo le possibilità rimaste alla nostra Nazione di chiudere questo lungo periodo di intossicazione morale.

    Buona domenica. robi

    RispondiElimina